Il lavoro di Beniamino e Chiara D’Errico su Tellingstones ci permette di conoscere la Calabria con i suoi paesaggi incantevoli, la sua costa bagnata da un mare azzurro cristallino, le montagne ricche di flora e fauna, i resti delle mitiche polis della Magna Grecia, l’arte e la cultura monastica Bizantina, i castelli e le torri medioevali, i borghi nascosti, entrando in contatto con le abitudini, le usanze e le tradizioni popolari, provando un’esperienza “multisensoriale” e una connessione profonda con il territorio e l’identità del suo popolo.

La Calabria ci viene presentata attraverso le foto, nei video, negli audio come una terra di gente accogliente, in grado di offrire un turismo emozionale-esperienziale attraverso i “transluoghi della cultura” cioè esperienze “immersive”, che coinvolgono l’intero sistema percettivo-emotivo, dalla vista all’olfatto e al tatto (mente, anima e corpo).

Beniamino e Chiara D’Errico utilizzando la metodologia dello “storytelling”, attraverso i racconti di storie mitologiche, leggende, riti, misteri, credenze popolari ci proiettano nel mondo fantastico calabrese, facendoci sentire la presenza di quell’entità soprannaturale legata al luogo, cioè lo spirito del luogo, il “genius loci”, che oggi nella globalizzazione tende a dissolversi nella standardizzazione.  

Il turista che si reca in Calabria attraverso l’App Tellingstones ha uno strumento in più per scoprire, conoscere ed esplorare il territorio e stupirsi per le sue meraviglie.

Beniamino e Chiara D’Errico sono autori del libro che li ha guidati in questo lavoro di narrazione “Turismo Emozionale in Calabria” Titani editore, Roma 2022. 

Le foto, davvero suggestive, sono di Renato e Roberto Zavaglia.

Categories: ArticleEditorial